Alla riscoperta di Pompei

Carissimi lettori di Ghirigoro, per i prossimi mesi, fino al 31 Marzo 2018, vi invito a tuffarvi nella mostra “Tesori sotto i lapilli” presso gli scavi di Pompei dove non solo potrete ammirare le ville romane dell’Insula Occidentalis, quartiere all’estremità occidentale della città antica, ma potrete ammirare sopratutto per la prima volta la Casa del Bracciale d’Oro, chiusa al pubblico da moltissimo tempo e oggi finalmente restaurata. Si potranno ammirare oggetti, affreschi e mosaici appartenenti ad uno dei quartieri più lussuosi di Pompei, come un bracciale in oro dal peso di 610 grammi indossato da una delle vittime che tentava di fuggire o come una scatolina in legno di un altro fuggiasco che custodiva monete di bronzo e di oro. Inoltre si potranno vedere i calchi di alcune vittime dell’eruzione del 79 d.c che tentarono di ripararsi in uno dei sottoscala della villa al momento del disastro.
I nuovi scavi archeologici hanno permesso di individuare delle stratigrafie molto antiche, risalenti ai primi decenni del I secolo avanti Cristo nell’epoca quest’area era dedicata al culto di una divinità femminile: Minerva Italica
La Mostra sarà inaugurata dal Direttore Generale Massimo Osanna e dai curatori responsabili che vi inviteranno a trascorrere un’intera giornata tra fascino, arte e mistero.
Per ogni informazione si prega di consultare il sito ufficiale degli scavi:
http://www.pompeiisites.org

Siti di riferimento:
http://www.pompei.it/scavi/casa-bracciale-oro.htm
http://napoli.repubblica.it/cronaca/2017/09/11/news/pompei_in_mostra_gioielli_e_affreschi_del_bracciale_d_oro-175131835/

Fabio Marino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...