Ultimi giorni di festa…voglia di cinema?

L’avvicinarsi dell’Epifania ci ricorda che le “abbuffate” natalizie volgono al termine; sia quelle alimentari, consumate attorno a tavolate imbandite (con vassoi di struffoli e roccoco’ pronti ad infliggere il colpo di grazia al termine di pranzi e cene luculliani), sia quelle cinematografiche, caratterizzate da pellicole storiche in TV che ci hanno ormai consumato gli occhi a furia di guardarle (“Mamma ho perso l’aereo”, “Una poltrona per due”, ecc…) o dalle new-entry cinematografiche del periodo natalizio. E’ di queste ultime che voglio parlarvi: io stessa ho approfittato di questi giorni di festa per arricchire le tasche dei movie-maker, internazionali e nostrani, per ben tre volte.
Qui di seguito tre mini-recensioni, con la speranza che vi siano d’aiuto nella scelta del film del weekend…perche’ si sa: non c’e’ niente di meglio del cinema della domenica sera per prepararsi ad affrontare il temibile lunedi’ 8 Gennaio che ci aspetta.

Dickens, l’uomo che invento’ il Natale
La trama in sintesi: storia della nascita del celebre romanzo “A Christmas Carol”, che segno’ il ritorno alla ribalta di Charles Dickens dopo un periodo di crisi letteraria.
Ambientazione: Londra, autunno del 1843.
Pubblico consigliato: bambini e ragazzi tra i 9 ed i 13 anni.
Pro: Film adatto a tutta la famiglia; ha qualcosa da insegnare, senza pero’ mai risultare pesante o noioso.
Contro: L’eccessivo buonismo e la costante esaltazione dello spirito natalizio potrebbero non far presa su animi piu’ cinici e/o navigati.
Voto: 7/10
• La Ruota delle Meraviglie
La trama in sintesi: il deprimente matrimonio tra Ginny e Humpty subisce degli scossoni estivi a causa del seducente bagnino Mickey e del ritorno di Carolina, ‘figliuola prodiga’ di Humpty in fuga dal marito mafioso.
Ambientazione: Coney Island (New York), estate degli anni ’50.
Pubblico consigliato: adulti cinefili, abituati ed appassionati allo stile del Woody Allen regista.
Pro: Cast stellare (Kate Winslet, Juno Temple, Justin Timberlake, Jim Belushi).
Contro: Lo stile di regia e di recitazione al confine tra cinema e teatro puo’ risultare di difficile “digestione”.
Voto: 8/10
Napoli Velata
La trama in sintesi: L’esistenza della riservata Adriana viene sconvolta da un’inaspettata e travolgente notte di passione e da un delitto brutale, che la porteranno a confrontarsi anche col suo tenebroso passato familiare.
Ambientazione: Napoli, 2017.
Pubblico consigliato: adulti, pronti ad accettare scene dalla fortissima impronta sessuale.
Pro: Regia visionaria di Ferzan Ozpetek, che lascia lo spettatore turbato ed allo stesso tempo fatalmente rapito.
Contro: Lo spettatore piu’ distratto potrebbe perdersi tra i vari strati di mistero e non cogliere appieno gli sviluppi della storia.
Voto: 8.5/10

Laura Pirro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...